Capo d’Orlando, il romantico borgo siciliano affacciato sul mare

0

Sulle coste della Sicilia nord-orientale sorge uno splendido borgo che affaccia sul mare: Capo d’Orlando. Un tempo questo piccolo paesino viveva quasi esclusivamente di pesca, ma col tempo la sua fama è cresciuta sempre di più fino a diventare un luogo turistico pur mantenendo la sua primordiale ed originaria bellezza. Capo d’Orlando è caratterizzata da tante piccole casette una addossata all’altra circondate da spiagge incantevoli e calette suggestive e romantiche dove riecheggiano il rumore delle onde ed il canto dei gabbiani. Questo piccolo angolo di paradiso può essere visitato tutto l’anno grazie al suo clima mite e piacevole. In estate le temperature oscillano tra i 23 ed i 31°, mentre in inverno tra gli 8 ed i 14°. Inoltre spira una leggera brezza marina tutto l’anno che rende anche le giornate calde molto ventilate e piacevoli.

Le bellezze artistiche di Capo d’Orlando: Santuario di Maria Santissima

Oltre alle bellezze naturali Capo d’Orlando offre anche numerose bellezze artistiche come il Santuario di Maria Santissima che si erge su un promontorio e, soprattutto al tramonto, offre uno scorcio paesaggistico di rara bellezza. Il santuario fu eretto nel 1600 di fianco al Castello per volontà del conte Girolamo Ioppolo. La leggenda racconta che san Cono lasciò la statua della Madonna ai guardiani della torre del Capo. Successivamente fu portata al santuario appena edificato da una straordinaria processione di 20.000 persone composta da confraternite, clero, diversi ordini religiosi e gran parte della popolazione.

All’interno la chiesa si presenta con un’unica navata con tre cappelle. Nella cappella maggiore si staglia una copia della statua della Madonna, poiché quella originale fu trafugata nel 1925. Desta particolare interesse da un punto di vista artistico il soffitto a legno intarsiato con una caratteristica forma di stelle ad 8 punte. Del castello sono rimasti intatti solo alcuni muri perimetrali e delle sale che regalano un magnifico panorama sul mare sottostante.

>>LEGGI ANCHE: Strada del vino Vernaccia di San Gimignano<<

L’Antiquarium Comunale Agatirnide, le testimonianze di un passato antichissimo

Capo d’Orlando affonda le sue radici in un passato antichissimo, come dimostrano i reperti archeologici conservati presso l’Antiquarium Comunale Agatirnide che risalgono addirittura al XII sec a.C. Studiando questi ritrovamenti è stato possibile ricostruire la storia millenaria del territorio e risalire alle varie dominazioni che si sono susseguite nel corso dei secoli.

Le manifestazioni folkloristiche di Capo d’Orlando

Capo d’Orlando è famosa anche per le sue numerose manifestazioni folkloristiche che fanno parte della tradizione del borgo siciliano. Una delle più importanti è la venerazione della Madonna di Porto Salvo che i pescatori portano in processione ogni 15 agosto. Il quadro della Madonna viene trasportato a bordo di una barca seguita da altre piccole imbarcazioni doppiando il faro, passando per San Gregorio e tornando nuovamente alla Chiesa Nova da cui parte.

Il 22 ottobre si svolge invece la Festa della Madonna che risale al 1600. In passato nei giorni precedenti alla festa si vendevano grandi e piccoli animali, mentre oggi l’area si trasforma in un ampio mercato dove si vendono diverse tipologie di merci tra musica, balli e stand enogastronomici. Capo d’Orlando è un paese che pullula di vita anche nel periodo natalizio quando vengono allestiti numerosi mercatini natalizi dall’Avvento fino all’Epifania.

Share.